Il buon senso suggerisce che, sebbene il giuramento dà una grande opportunità di rilasciare vapore, farlo in presenza di bambini non è la migliore idea. Ma a volte succede. La domanda è se danneggia i bambini. Il linguista Benjamin Bergen ha affrontato questa situazione. E ho deciso di capirlo.

Per quanto mi ricordo, ho sempre amato il mio discorso con una parola forte. Ma due anni fa è nato il mio primogenito e improvvisamente ho iniziato a sentirmi imbarazzante. Come se ora mi mettessero un poliziotto, chi scrive ogni parola che ho detto e passa i registri al procuratore. “Tutto ciò che dici può essere usato contro di te”. Lo dico ora, e mi vergogno quasi. Ma poi anche un fugace “diavolo!”Mi ha causato una paura superstiziosa, come se fosse un virus che avrebbe infettato per sempre un bambino con qualcosa di pericoloso.

Dato che non ero solo un nuovo padre, ma anche un linguista cognitivo, ho deciso di capire il problema. E ora sono lieto di riferire che di nuovo mi permetto a volte di Junger con un bambino e non arrossisco da questo.

Mi sono reso conto che l’ansia era un prodotto della programmazione sociale. Attraverso istruzioni ovvie e implicite (“giurando male!”), Così come i sottotitoli periodici, la società insegna una lezione: non si può dire alcune parole. Perché? È semplicemente impossibile, ed è tutto, è male, solo i criminali parlano, quindi giurerai, crescerai anche così.

Il fallimento è pericoloso perché presumibilmente incoraggia l’aggressività o attenua le reazioni emotive in un bambino

Questi atteggiamenti sono supportati attraverso le istituzioni sociali. Ad esempio, la legge limita l’uso di parole oscene in televisione,

Lo studio è stato ordinato dalla società britannica che produce vitamine e additivi alimentari Forza supplementi. Gli scienziati hanno studiato i dati personali e le cartelle cliniche cio che e piu importante dell orgasmo nel sesso persone che portano la vita sessuale attiva. Questo è ciò che è risultato.

radio e in stampa. Le maledizioni che suonano nei film vengono annegate o “guadagnate”.

Ho sentito alcune versioni perché è male svanire in presenza di bambini. Voglio sottolineare: non sto parlando di maledizioni per i bambini stessi, l’insulto fa male psicologico, questa è un’altra questione. Le spiegazioni non sono sempre ridotte a etichetta e norme di comportamento. Ad esempio, l’American Academy of Pediatrics è dell’opinione che Badger sia pericoloso perché presumibilmente incoraggia l’aggressività o attenua le reazioni emotive in un bambino.

Per quanto ne so, non è stato ancora condotto un singolo studio sperimentale che testerebbe questa ipotesi. Ora questo è impossibile, dal momento che esiste il rischio che il bambino sia dannoso nel processo. Ma gli studenti sono un’altra questione. Nello studio del 2014, gli studenti di 21 anni sono stati mostrati sullo schermo di varie parolacce. Si è scoperto che le parole neutrali non hanno influenzato i soggetti. Ma espressioni offensive (ad esempio, in relazione agli omosessuali) li hanno costretti a comportarsi più intolleranti per sedersi dai vicini che non gli piaceva qualcosa.

Apparentemente, il punto non è nel potere magico delle parole abusive stesse, ma nel modo in cui vengono usate. Ciò che crea davvero problemi è un messaggio offensivo. Gli insulti possono non solo ferire, ma anche portare a problemi con l’autostima e l’espressione delle emozioni in un bambino. Le osservazioni dei bambini della scuola mostrano che coloro che ascoltano costantemente dichiarazioni umilianti nel loro ambiente dimostrano più spesso i sintomi di ansia e depressione.

Per quanto riguarda il linguaggio disgustoso di tutti i giorni, non ci sono prove scientifiche che sia dannoso. Non c’è motivo di credere che i bambini che ascoltano le parole di giura di volta in volta si distinguono per una sorta di maggiore aggressività, povero vocabolario e intelligenza emotiva scarsamente sviluppata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *